Nasce la nuova Fiat 500 tutta elettrica e Kartell la interpreta con il suo segno creativo

Ha la valenza di un fortissima scossa per fare ripartire il capoluogo lombardo piegato dall’emergenza Coronavirus la presentazione, quasi a sorpresa di oggi alla Triennale di Milano, della nuova Fiat 500 tutta elettrica. Un’auto che rappresenta una svolta epocale per Fiat i cui vertici, nel giro di poche ore, con la collaborazione del sindaco Sala, hanno deciso di mostrare al mondo all’ombra della Madunina anzichè al prossimo Salone di Ginevra. La nuova full electric ha un motore da 118 cavalli e 320 km di autonomia con velocità massima autolimitata di 150 km/h e ricarica completa in sei ore. Costa, nella prima versione speciale cabrio denominata “La prima”, 37.900 euro. Per il lancio, tre firme planetarie come Armani, Bulgari e Kartell hanno allestito personalizzandole altrettante specialissime vetture la cui vendità finanzierà dei progetti umanitari voluti dall’attore Leonardo Di Caprio protagonista del video di lancio. Entriamo ora in “Casa Kartell” per raccogliere le senzazioni e le emozioni relative a questa straordinaria esperienza aziendale.

“Quando mi è stato chiesto di realizzare un progetto per il lancio della nuova 500 elettrica ho subito accettato con molto piacere e un po’ di emozione. É proprio una 500, infatti, che accoglie gli ospiti del Museo Kartell per rappresentare il primo prodotto del nostro marchio, ovvero un portascì degli anni ‘50 ed è stata una 500 la mia prima macchina appena avuta la patente che mi ha accompagnato negli anni più belli della mia giovinezza – dichiara Claudio Luti, presidente di Kartell. Questa collaborazione fa emergere molte affinità positive tra i nostri marchi che lavorano in materia di ricerca, innovazione, qualità, creatività e che sono simbolo di made in Italy nel mondo. Partecipare al lancio di 500 elettrica significa per noi condividere quindi valori e strategie verso una nuova consapevolezza del progettare e del produrre”.

Creatività e innovazione sono gli elementi che hanno ispirato la one off 500 Kartell che è una perfetta combinazione di elementi che si uniscono per dare vita ad un vero oggetto di design contemporaneo.

“La 500 Kartell ha i caratteri del nostro marchio – continua Claudio Luti. Si ispira all’inconfondibile segno grafico della lampada Kabuki che Ferruccio Laviani ha proposto ed elaborato quale motivo conduttore della identità della nuova auto, con dettagli unici che riprendono la trama della nostra lampada e diventano elementi speciali della macchina. Il colore blu è un colore con forte identità ispirato a una gamma già utilizzata da Kartell”.

Proprio ispirati al pattern della lampada Kabuki di Kartell gli elementi più rappresentativi degli esterni dell’auto, oltre all’effetto colore, sono la griglia frontale, i cerchi e le calotte specchio realizzati in policarbonato riciclato dalle parabole dei proiettori a fine vita e lavorati con la tipica trama forata di Kabuki. L’esterno è caratterizzato da una uniformità cromatica dove le differenti tipologie di materiali, metallo, vetro, gomma, plastica e tessuto vengono interpretate nello stesso colore: il blu Kartell derivato dal blu Klein, uno dei colori identitari del marchio. Le superfici della carrozzeria sono blu Kartell effetto specchio, ottenuto con una vernice ecocromo su cui spiccano i loghi dei due brand trattati con un policarbonato sabbiato per trasmettere un senso di matericità e profondità. All’interno è sempre il pattern Kabuki il protagonista, come la cover in policarbonato sull’inserto plancia e come applicazione trasparente sui sedili. Di forte impatto è il contrasto tra il blu Kartell dell’esterno e la luminosità degli interni che mostrano un ambiente chiaro e leggero dosando contemporaneamente tonalità calde e fredde. Le plastiche degli interni dalla tattilità tessile sono in polipropilene riciclato 100% come le sedie dell’ultima collezione Kartell e i tessuti dal look naturale e accogliente in poliestere completamente riciclato.

“Un progetto questo che credo non vada interpretato semplicemente come un nuovo modello o un nuovo prodotto ma un nuovo modo di mobilità e di design – conclude Claudio Luti. Insomma, una bella esperienza che crea emozione”.

https://www.kartell.com

Guarda anche:

PHILIPPE STARCK FIRMA LE NUOVE SEDUTE DI KARTELL, CARA E CATWALK

Guarda anche:

TENDENZE PER LA TAVOLA PASQUA 2020: I NUOVI SERVIZI E I DECORI DI VILLA D’ESTE HOME TIVOLI

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *