Connect with us

Beauty

Caduta dei capelli, apre a Milano Insparya fondato da Cristiano Ronaldo

Avatar photo

Pubblicato

il

Caduta dei capelli INSPARYA_Paulo Ramos e Cristiano Ronaldo-

Si è svolta ieri mattina la conferenza stampa per l’inaugurazione del primo centro Insparya italiano situato in Via Fernanda Wittgens 2, nel cuore del capoluogo meneghino.
Alla conferenza stampa sono intervenuti vari ospiti, tra cui Paulo Ramos, CEO del Gruppo Insparya, e Cristiano Ronaldo, co-fondatore, seguiti da Fabio Miraglino, Country Manager del Gruppo Insparya per l’Italia e il Dr. Carlos Portinha, Chief Clinical Officer del Gruppo Insparya.

Tra i partecipanti anche alcune presenze istituzionali della Regione Lombardia, tra cui Emanuele Monti, Presidente Commissione Sanità e Politiche Sociali Regione Lombardia, Gianmarco Senna, Presidente IV Commissione “Attività produttive istruzione formazione e
occupazione” di Regione Lombardia e Diana De Marchi, Consigliera delegata al Lavoro e Politiche Sociali della città Metropolitana di Milano. Sono inoltre intervenuti i rappresentanti dei Fondi di investimento che partecipano al progetto Insparya: Hermes GPE e Vallis Capital Partners.

Caduta dei capelli Insparya_Nuovo centro di Milano-
Insparya apre il nuovo centro di Milano

Fondato dal manager portoghese Paulo Ramos e dal calciatore Cristiano Ronaldo, Insparya è un Gruppo Clinico Medico, Scientifico e Tecnologico che fa un uso pionieristico della tecnologia per ottenere i migliori risultati nell’ambito della cura dei capelli e offrire soluzioni efficaci a tutti coloro che soffrono di alopecia che, nella maggior parte dei casi, trasformeranno la loro vita.

Ho fondato questo gruppo nel marzo 2009 ed è nato con l’obiettivo di contribuire al miglioramento dell’autostima delle persone affette da alopecia e, per me in particolare, ha rappresentato subito una missione personale” ha raccontato Paulo Ramos CEO del Gruppo Insparya nel suo intervento in conferenza stampa “A 20 anni ho iniziato a soffrire di
questa malattia che ha influito molto sulla mia autostima e, dopo aver investito tempo e risorse in soluzioni che si sono rivelate inefficaci, ho capito che c’era davvero molta strada da fare in questo campo. Così, alla ricerca di una soluzione definitiva per me e per tutti gli uomini e le donne che soffrono di questa malattia, ho avviato questo progetto e oggi sono molto orgoglioso del grande lavoro svolto insieme a tutto il team
”.

Pubblicità

Dopo 13 anni di successi in Portogallo e Spagna, oltre 45.000 trapianti di capelli e l’apertura di 9 centri in Spagna e Portogallo, il Gruppo Insparya arriva in Italia con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente la sua leadership e posizionarsi come esperto nella ricerca dell’unità follicolare. Insparya ha l’obiettivo di affermarsi come leader e promotore di conoscenza nei settori in cui opera e, ogni giorno, il suo team clinico lavora per sviluppare progetti innovativi e trovare soluzioni ai problemi di salute dei capelli più esigenti.

L’Italia è un Paese che mi ha accolto molto bene e dove mi sono sempre sentito a casa. Ho notato che gli italiani curano molto la propria immagine e la propria salute, ma nonostante ci sia molta consapevolezza sul tema, al momento non ci sono trattamenti completi e avanzati come quelli che offriamo in Insparya” ha dichiarato Cristiano Ronaldo, co-fondatore del Gruppo. “Sono convinto che la qualità del nostro Centro vi conquisterà e sono molto felice di
essere qui a celebrare questa nuova apertura. Sono sicuro che Insparya farà un ottimo lavoro a Milano, come ha fatto in Spagna e Portogallo. Per me questo è un progetto unico e innovativo, e con esso condivido la mia filosofia di dedizione, determinazione, ambizione e di supporto all’autostima delle persone: sono orgoglioso che con il progetto Insparya si sia riusciti a migliorarne il livello in tantissime persone, che siano nostri clienti attuali o futuri
”.

Guidate da Paulo Ramos, CEO del Gruppo Insparya, più di 400 persone formate in tutte le specialità – medici, infermieri, consulenti clinici e ricercatori – e in costante crescita e formazione, compongono il team di professionisti dei centri Insparya, che si avvale anche dell’esperienza e del riconoscimento delle più prestigiose società mondiali, sia a livello clinico, sia a livello di ricerca.

Pubblicità

La nuova tecnologia BotHair Ultra Plus

Il Gruppo Insparya sta lavorando a , due progetti pionieristici e innovativi che sono tuttora in
corso di sviluppo presso l’Insparya Science and Clinical Institute da parte di un team di 9
ricercatori coordinati dal Dr. Carlos Portinha, Chief Clinical Officer di Insparya.

Si tratta di una nuova tecnologia, BotHair Ultra Plus, per l’estrazione e l’impianto dei capelli e di un progetto robotico che consentirà la completa automazione della procedura di trapianto di capelli grazie all’ausilio di un braccio robotico. Una grande innovazione nel settore dei trapianti di capelli Il nuovo dispositivo di estrazione e impianto esegue un’estrazione ancora più precisa delle unità follicolari, in modo che l’aspirazione e la conservazione possano essere eseguite immediatamente.

In questo modo è possibile eliminare una delle fasi del trapianto, evitando la manipolazione
dell’unità follicolare e riducendo il rischio di danneggiarla (cosa che potrebbe comprometterne la vitalità e ridurre la sua capacità di produrre nuovi capelli in futuro), e diminuire la durata
dell’intervento di trapianto. Una volta effettuata l’estrazione, l’unità follicolare viene conservata in una cella frigorifera a 4 gradi centigradi, temperatura ideale per mantenerla in perfette condizioni, dove viene immersa in una soluzione che ne mantiene inalterate la qualità e vitalità.

Pubblicità

Un’altra novità è che questo stesso dispositivo consente anche un impianto delle unità follicolari più rapido e preciso. È infatti dotato di un multi-impianto automatico che ridurrà la manipolazione delle unità follicolari, riducendo di circa 25 volte il tempo di trapianto e il numero di movimenti necessari ad effettuarlo.

Questo non è solo un vantaggio per il paziente, ma anche per le équipe mediche, poiché, grazie a questo dispositivo, non sarà più necessario trapiantare 4.000 unità follicolari una ad una, come si era soliti fare un tempo. Ne consegue che, riducendo lo sforzo fisico, possa migliorare anche la qualità del lavoro dei dipendenti perché lo stesso intervento si potrà eseguire in soli 160 movimenti anziché 4.000.

Sviluppo e design 100% Made in Insparya

L’intero dispositivo è stato pensato da Insparya, dalla progettazione di tutte le parti al micro-
implanter impiegato nell’estrazione dell’unità follicolare, passando per il software utilizzato, che consente di personalizzare il lavoro a seconda delle esigenze (ad esempio, modificando la velocità o il senso di rotazione dell’implanter entro i parametri consentiti). Questo nuovo dispositivo è una delle componenti del robot attualmente in sviluppo, che sarà in grado di eseguire l’intero trapianto di capelli dall’inizio alla fine, dietro supervisione e programmazione del personale medico. Lo scopo finale non è eliminare completamente l’intervento umano, bensì poter seguire da remoto le fasi di un trapianto, intervenendo e assistendo il medico al bisogno, senza la necessità di essere fisicamente presenti.

Pubblicità

Al momento si sta completando il processo di certificazione del dispositivo, ma questa nuova
tecnologia è già in fase di test, con ottimi risultati, sui pazienti consenzienti di Porto e Madrid, con l’obiettivo, a lungo termine, di entrare in piena funzione a Milano e in tutti i centri del Gruppo Insparya.

Pubblicità