Connect with us

Motors

IAA Mobility 2023, Bosch presenta la possibilità di distrarsi alla guida

Pubblicato

il

IAA Mobility 2023 guida automatica di Bosch

Situazioni di guida monotone, viaggi lunghi e congestione del traffico: molti automobilisti vogliono poter utilizzare il loro tempo in modi diversi dal dover rimanere costantemente concentrati sul traffico mentre sono al volante. Con funzioni di guida sempre più automatizzate, Bosch sta creando le basi tecnologiche che permetteranno ai conducenti di distogliere per un breve periodo lo sguardo dalla strada. Ciò dipende essenzialmente da informazioni affidabili sull’ambiente circostante il veicolo. Solo queste informazioni permetteranno a un’auto di navigare nel traffico in modo autonomo, sicuro e senza problemi. La percezione video dell’ambiente circostante il veicolo svolgerà un ruolo importante nel passaggio dalla guida assistita a quella autonoma e al parcheggio. In questo contesto, Bosch non solo fornisce hardware in combinazione con il software, ma ha recentemente iniziato a offrire il software per la percezione dell’ambiente video come prodotto standalone. Il software Bosch può essere utilizzato indipendentemente dall’hardware su diversi cosiddetti “System-on-a-Chip” (SoC). Ciò offre alle case automobilistiche la massima flessibilità. All’IAA (International Motor Show) Mobility 2023 di Monaco, Bosch presenterà per la prima volta non solo il proprio software standalone per la percezione dell’ambiente video, ma debutterà anche l’hardware-only camera heads.

Il software come elemento decisivo della mobilità autonoma

Gli automobilisti si aspettano che i veicoli siano aggiornabili come gli smartphone. Prossimamente, le funzioni saranno scaricate sui veicoli come app, senza bisogno di sostituire l’hardware. “Il futuro della mobilità è definito dal software. Stiamo rinnovando il nostro portafoglio di assistenza alla guida e offriamo ai nostri clienti esattamente la soluzione di cui hanno bisogno”, ha affermato Christoph Hartung, presidente della divisione Cross-Domain Computing Solutions, che è anche la forza trainante della guida assistita e autonoma di Bosch. In questo processo, il software sta diventando l’elemento decisivo nello sviluppo dei sistemi elettronici automobilistici, in particolare, dei sistemi di assistenza alla guida. Alla luce di questi cambiamenti, Bosch sta ampliando il proprio portafoglio per la guida assistita e autonoma e per il parcheggio. In futuro, i componenti hardware e software saranno commercializzati anche separatamente.

IAA Mobility 2023 guida automatica di Bosch

Software per la percezione video

Oltre alle opzioni radar e ultrasuoni, i sensori basati sul video offrono un ulteriore modo di percepire l’ambiente circostante il veicolo nella guida assistita e autonoma. I dati delle immagini acquisite da diversi sensori, come i nuovi corpi camera Bosch, vengono elaborati dal software Bosch e resi disponibili per funzioni avanzate di assistenza alla guida e al parcheggio. Questo apre la possibilità di funzioni che possono aumentare la sicurezza. Per esempio, la frenata automatica durante la guida o la retromarcia, le funzioni di comfort come il cruise control adattivo, il cambio di corsia attivo e le funzioni di assistenza al parcheggio, nonché la guida autonoma su autostrade, strade extraurbane e strade cittadine. Per il rilevamento e la classificazione degli oggetti, il software Bosch si affida a metodi di intelligenza artificiale come le reti neurali profonde. Per l’addestramento di queste reti, Bosch può attingere a banche dati di tutto il mondo, tenendo così conto dei requisiti locali e specifici di ogni Paese durante lo sviluppo.

Dal singolo componente al sistema completo da un unico fornitore

“Notiamo una tendenza dei clienti a non optare più per il pacchetto completo offerto da un fornitore, ma a richiedere sempre più spesso singoli componenti compatibili con i prodotti della concorrenza. In questo contesto, l’industria chiede che non solo l’hardware sia compatibile, ma che anche il software sia indipendente dall’hardware e dall’operatore”, ha dichiarato Sven Lanwer, responsabile dell’unità Driver Experience (ADAS) di Bosch.

Bosch ha molti anni di esperienza nello sviluppo di sistemi completi di telecamere per l’assistenza alla guida, inoltre, ha una buona dimestichezza con lo sviluppo di software specifici per le applicazioni e con l’integrazione del software. Questa combinazione di competenze hardware e software è uno dei grandi punti di forza di Bosch. L’azienda continuerà a sviluppare nuovi sensori intelligenti con software integrato. I clienti Bosch potranno creare soluzioni personalizzate, modulari e scalabili, combinando i corpi camera e l’ADAS Integration Platform, il computer ad alte prestazioni di Bosch per il settore ADAS.

Competenze hardware e software da un’unica fonte

Che si tratti di sensori, computer di bordo o software, Bosch sviluppa e produce sotto lo stesso tetto i componenti chiave dei veicoli moderni. Questo include gli oltre 250 milioni di centraline che produce ogni anno, anch’esse dotate del proprio software. Bosch è competente anche in un altro campo che sta diventando sempre più importante: l’integrazione di software provenienti da diverse fonti e dalla collaborazione tra l’industria automobilistica e quella informatica; Bosch possiede anche questa competenza integrativa.

Di Tendenza