HUI, la FW 2024-25 in bilico tra tradizione e modernità

Volontà e potere creativo al femminile, la forza tranquilla di una cultura millenaria e l’invincibile dinamismo della modernità. Si gioca tra questi opposti la collezione Hui FW 24/25 disegnata da Hui Zhou Zhao, la signora della moda cinese che ama l’Italia e da anni sfila a Milano. Il punto di partenza è sempre la rivisitazione dalle tradizioni etniche e culturali della Cina, ma stavolta si arriva subito all’immagine cosmopolita e sofisticata delle donne cinesi che oggi frequentano le università occidentali, fanno business internazionali, girano e conoscono il mondo oltre alle nuove tecnologie. Da qui l’idea dell’orso Panda ridisegnato dall’intelligenza artificiale e trasformato in patch sui pullover cammello come simbolo di un cambiamento epocale.

Invece la complessa acconciatura femminile immortalata sull’invito e nelle proiezioni sull’allestimento 3D Immersion della sfilata, rimanda ai copricapi tradizionali delle donne Hmong come viene chiamata in Oriente la tribù Long Horn del popolo Miao. Fatti di capelli tramandati e conservati da generazioni per essere montati su lunghe strutture in legno legate alla testa con bende bianche e nere, questi speciali cappelli sono il simbolo dell’antica cultura Miao in cui i vestiti sono definiti “un libro di storia da indossare”.

Le classiche righe rosse e blu dei costumi tribali assumono i toni super chic di ebano, cammello e nero nella parte jacquard della gonna in paillettes verde acido.

Realizzate in PVC ultralight, le paillettes diventano anche un raffinato cappotto nero, un elegante bomber passepartout, l’insolita decorazione a patch di una lunga gonna in crepe di lana e il raffinato decor di una blusa in denim.

Non mancano le mini skirt fatte nei colori tradizionali e con le cinque sezioni che nei costumi Miao rappresentano i cinque grandi fiumi attraversati da questo popolo nomade originario della provincia del Guizhou.

Ci sono poi gli ampi cappotti in cashmere a vestaglia con interni in seta decorata da preziosi motivi ancestrali e abbinati a paillettes iridescenti dalle finiture tricottate. Jacquard materici con disegni sia floreali che geometrici incontrano chiffon stampati a color block, mentre le maglie in mohair dai volumi generosi sono sovrapposte al jersey effetto scuba.

Perfino gli accessori lanciano in modo nuovo il messaggio East meets West per cui le fragili mules coperte di paillettes si alternano agli stivali dei grandi freddi e le sciarpe sono bande con ramage floreali ricamati in filo 3D.

Hui Zhou Zhao

https://www.hui-milano.com/it

Redazione

Recent Posts

Gli abiti da cerimonia per la PE 2024 firmati Luisa Spagnoli

Seta leggera, pizzi ricercati e accessori luminosi; la speciale selezione di Luisa Spagnoli per le occasioni formali presenta le proposte…

3 giorni ago

Lindex X OnceMore, una nuova collezione donna per l’Estate 2024

OnceMore ® , il marchio innovativo che è all'avanguardia nella creazione di soluzioni tessili più sostenibili e circolari, sta lanciando una collezione…

4 giorni ago

Le novità MIDJ in due manifestazioni internazionali dell’home design

Dopo il successo raggiunto durante la Milano Design Week, MIDJ annuncia la sua partecipazione a due prestigiose fiere internazionali nel mese di…

4 giorni ago

Lo stile non convenzionale del nuovo occhiale adidas Originals

La nuova collezione eyewear adidas Originals si alimenta dello spirito sportivo che anima i campi da gioco urbani e si…

4 giorni ago

Si chiama Kinesia la rivoluzionaria calza propriocettiva

KINESIA è il brand tutto italiano che ha introdotto sul mercato una rivoluzionaria calza a compressione con cavigliera incorporata in grado…

5 giorni ago

Golden Goose inaugura il suo primo Younique Caffè a Bangkok

Il 16 maggio, Golden Goose inaugura il suo primo Younique Caffè nel cuore di Bangkok, in Thailandia, presso Emquartier. Younique…

5 giorni ago