Anche quest’anno Rifò, giovane brand pratese di moda ecosostenibile, non aderisce al modello consumistico del Black Friday, ma rilancia con la seconda edizione del Green Friday, la sua iniziativa benefica a favore di una moda più etica e giusta, che quest’anno si limita al solo “venerdì nero” ma si estende dal 25 novembre al 2 dicembre.

Per l’occasione Rifò presenta il maglione in edizione speciale “EMMOBBASTA” in cashmere rigenerato (97% cashmere 3% lana) ricamato a mano dalla designer pratese AlmenoNevicasse (€120). Ma tutti i prodotti delle collezioni Rifò contribuiscono all’iniziativa, dai maglioni e accessori in cashmere rigenerato, a quelli in denim riciclato e rigenerato fino alle t-shirt in cotone rigenerato e polietilene derivato in parte dalle bottigliette di plastica recuperate dal mare.

Per tutta la settimana Rifò devolverà 5 euro per ogni prodotto acquistato sul sito www.rifò.lab.com, contribuendo alla raccolta fondi di Fashion Revolution, il movimento internazionale che unisce persone e organizzazioni in un comune lavoro per cambiare radicalmente il modo nel quale i vestiti vengono prodotti e acquistati, per far si che vengano realizzati in condizioni giuste e umane, da un’industria che valorizza la trasparenza e la sostenibilità.

Rifò, come sempre, non aderisce a nessuna tipologia di saldo stagionale o svendita speciale – specifica Niccolò Cipriani, fondatore di Rifò insieme a Clarissa Cecchi – ci impegniamo a mantenere tutto l’anno prezzi giusti e garantiamo la durevolezza dei nostri capi, sicuri della qualità con cui sono prodotti. Siamo contrari al consumo compulsivo d’abbigliamento e alla moda usa e getta, che sono agli antipodi dell’idea con cui è nato Rifò, contrastare sovraproduzione e sovraconsumo nel mondo della moda; anzi vogliamo promuovere una moda sempre più ‘emozionale’ che porti ad affezionarci ai nostri capi tanto non volercene separare più”.

About Rifò

Fondata nel dicembre 2017, da Niccolò Cipriani e Clarissa Cecchi, Rifò produce capi ed accessori di alta qualità, realizzati con fibre tessili 100% rigenerate. Grazie ad un processo meccanico e artigianale sviluppato a Prato più di 100 anni fa, Rifò è in grado di trasformare gli scarti di tessuto in nuovi vestiti che conservano le stesse qualità dei prodotti originali. Questo metodo consente di riutilizzare gli scarti e ridurre sensibilmente la quantità di acqua, di pesticidi e prodotti chimici utilizzati nella produzione.

Rifò è un marchio che nasce dall’emergenza globale, dall’urgenza di un cambiamento verso la costituzione di un modello economico etico e sostenibile, passando dalla necessità economica a quella climatica e ambientale della nostra generazione e di quelle a venire. Rifò identifica la sinergia fra tecnologia, impegno sociale e rispetto per l’ambiente ponendo l’attenzione su eleganza, qualità e cura per i dettagli.Perno del brand Rifò è l’iniziativa #2lovePrato che finanzia progetti specifici identificati con tre associazioni che da anni operano sul territorio pratese. L’obiettivo di questa iniziativa è quello di distribuire parte dei ricavi ottenuti al territorio dove avviene la produzione. 2 euro di ogni acquisto, infatti, sarà sempre destinato a uno dei progetti scelti delle associazioni: Fondazione Ami, Opera Santa Rita e Legambiente.

rifo-lab.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *