Pony al White Street Market Milano

si presenta alla prima edizione di White Street Market, il nuovo festival di Fashion e Street Culture a Milano, con la sneaker Slumdunk, uno dei suoi modelli storici, ed una novità dedicata alla prima edizione dell’evento.

Gli appassionati del brand nato a New York Manhattan nel 1972 e gli sneaker addicted avranno la possibilità di acquistare le iconiche Slumdunk, il modello court del 1988 nei tre colori heritage, blu, nero e bianco.

Pony al White Street Market Milano porta la sua SLAMDUNK

Estetica basket e stile classico, le Slumdunk hanno fatto la storia delle sneaker negli USA e rappresentano le prime evoluzioni design degli Anni ’80 in chiave urban.

Pony presenta al pubblico anche una T-shirt in Limited Edition 80’s con maxi logo e grafiche vintage dedicate al suo anno di fondazione.

Pony al White Street Market Milano

Pony al White Street Market Milano

La presenza di Pony si completa con l’esposizione delle esclusive sneaker customizzate da Laboratorio 17 durante l’ultima edizione di Pitti Immagine Uomo.

WHITE STREET MARKET
16,17,18 giugno
EX Ansaldo Base (Via Tortona 54)
Free entry con registrazione
http://www.whitestreetmarket.it/std

CHI E’ PONY

Pony é il brand di sneaker che più ha segnato la storia di ogni generazione dall’inizio degli Anni ’70 ad oggi. Nato a Manhattan nel 1972 grazie al talento e al carisma di Roberto Muller, Pony é stato il primo brand al mondo a veicolare nelle strade delle nostre città sneaker che fino ad allora si erano viste solo sui campi di atletica e negli stadi delle più popolari discipline sportive.

I leggendari Franco Harris e Dan Marino indossavano Pony mentre tracciavano la storia della NFL, la liga di Football USA ed erano Pony le sneaker con cui Reggie Jackson festeggiò il suo Home Run Number 500 dopo averle indossate per intere stagioni con i New York Yankees, miti assoluti del baseball statunitense.

E’ la NBA ne è stata la vera casa, il luogo deputato alla sua consacrazione e al seguito fideistico mai
interrotto con milioni di giovani americani, appassionati di sport e sneaker addicted nella vita. Scorrono così le immagini di leggende NBA in volo con le loro Pony, come Bob McAdoo, Cedric Maxwell, Earl Monroe, David Thompson, John Havlicek, Darryl Dawkins e il fenomeno di ogni tempo, Wilt Chamberlin.

Il brand americano ha un ruolo importante anche nello sviluppo del calcio negli Stati Uniti. Il grande Pelé, Giorgio Chinaglia e Paolo Rossi ne erano i grandi testimonial durante la loro indimenticata esperienza nei New York Cosmos.

Nonostante l’interesse culturale e identitario di Pony sposasse i grandi talenti negli sport di squadra, il brand seguì da vicino anche i più importanti campioni degli sport individuali per eccellenza, la boxe e il tennis. Larry Holmes, Leon Spinks e il leggendario Muhammad Ali combattereno danzando sulle loro Pony in canvas.

Tracy Austin, Roscoe Tanner, Mark Edmonson ci vinsero US Open e decine di tornei internazionali.
Il dominio culturale di Pony si estese dallo sport alla musica, dall’hip-hop alla break-dance, dallo skateboarding alle culture artistiche street, anticipando di alcuni decenni la proposta di sneaker customizzate da artisti della musica hip hop, inventando e commercializzando esclusivi make-up firmati da star.

Oggi Pony è tornato con successo sul mercato italiano ed europeo dove viene distribuito in esclusiva da una società italiana, la Baco Distribution di Andrea Conidi e si sta confermando tra le sneaker più apprezzate dal mercato delle fashion sneaker proposte dagli store di moda.