la-nuova-collezione-di-jeans-Blue-of-a-Kind-primavera-estate-2019-dai-campioni-di-Candiani-denim

Blue of a Kind, azienda italiana che decostruisce, riprogetta e ricostruisce jeans vintage, e Candiani Denim, creatrice di prodotti in denim di altissima gamma, presentano, nello store di Piazza Mentana 3 a Milano, una collaborazione esclusiva nata dalla commistione di creatività, intelligenza, amore per il pianeta e coscienza etica.

la-nuova-collezione-di-jeans-Blue-of-a-Kind-primavera-estate-2019-dai-campioni-di-Candiani-denim

Lo store, concepito da Candiani, leader nella produzione sostenibile di denim, come una bottega contemporanea dove il consumatore può sperimentare un nuovo sentiment di acquisto e vivere un’esperienza di approccio personalizzato, diventa cornice per il progetto “Obsessed by Unicity”.

la-nuova-collezione-di-jeans-Blue-of-a-Kind-primavera-estate-2019-dai-campioni-di-Candiani-denim

Blue of a Kind ha smontato, ridisegnato e creato i campioni di jeans Candiani, solitamente in uso ai rappresentanti, realizzando così gli straordinari capi della nuova collezione “Obsessed by Unicity”.

Sostenibilità ed unicità costituiscono il cuore di questa partnership che lega le due aziende e vede convergere due visioni innovative uguali e complementari sul futuro dell’abbigliamento. Un cammino comune di ‘ri’ confezione di campioni Candiani Denim in nuovi pezzi unici e iconici con etichetta Blue of a Kind. I capi originali vengono interamente smontati, rifilati e rilavorati con un processo interamente hand made, ed esclusivamente (re)Made in Italy.

la-nuova-collezione-di-jeans-Blue-of-a-Kind-primavera-estate-2019-dai-campioni-di-Candiani-denim

Una visione nuova e contemporanea che permette di conciliare uno stile senza compromessi, una vestibilità attuale e un prodotto che trova nella storia la sua unicità. Un’anima attenta alla cura della tradizione e un amore per le tecniche sartoriali italiane che trapelano dai dettagli e dalla continua ricerca in chiave sostenibile, punto di incontro tra due visioni parallele. Nasce così l’idea di un processo produttivo basato sulla sostenibilità, che porta il consumatore a essere parte consapevole di un’etica che sposa il principio di economia circolare e un processo produttivo a Km 0, ancora poco esplorato nel mondo del fashion.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *